Sarò Maître, sarò Barman

Un corso innovativo, che alla tradizione affianca i più moderni sviluppi della materia!

Sarò Maître, sarò Barman, insieme a "Sarò Chef", è il primo passo che tre grandi editori compiono nel mondo della scuola professionale alberghiera unendo loro grandi esperienze:

  • Giunti Editore, con un interesse nell’enogastronomia che risale ai tempi di Pellegrino Artusi, di cui è stato il primo editore, annovera centinaia di pubblicazioni nell’ambito della cucina, dell’enogastronomia e del turismo;
  • Slow Food Editore, che da oltre 25 anni illustra la filosofia del movimento a salvaguardia del piacere e dello sviluppo del gusto, delle specialità artigianali e della biodiversità, promuovendo l’informazione e l’educazione del consumatore oltre a un’agricoltura pulita e a una nuova idea di gastronomia;
  • Giunti TVP Editori, una brillante realtà nel mondo dell’editoria scolastica che, a una professionalità maturata in pluriennali esperienze editoriali di successo, unisce sempre nuove idee didattiche e solide soluzioni.

    

Sarò Maître, sarò Barman è nato così: a realizzarlo, hanno collaborato insegnanti di grande esperienza, ancora attivamente coinvolti nell’attualità didattica. A questo si deve il carattere tradizionale e al tempo stesso innovativo di questo volume, che lascia spazio sia agli elementi “base” dell’insegnamento, sia a interessi che si sono maturati soprattutto in questi ultimi anni, come quelli nell’ambito del bar.
Per questo si è voluto distinguere in modo chiaro i due ambiti di insegnamento – la Sala e il Bar – in modo da sottolineare nel modo più chiaro possibile questa novità.
Mentre il linguaggio adeguato ai ragazzi rende facile l’accesso alle informazioni, il ricco corredo di belle immagini alleggerisce la materia e permette ai ragazzi di immedesimarsi nel lavoro, e di memorizzare con maggior facilità le nozioni essenziali.
Ogni unità, introdotta da una pagina visiva che riassume conoscenze, abilità e competenze che i ragazzi acquisiranno nello studio dell’argomento, fissa nella memoria la scansione degli argomenti.
Una titolazione su più livelli scandisce il testo in modo da permettere una lettura veloce ed efficace.
Le domande a inizio di ciascun capitolo fanno da primer, suggerendo l’argomento fondante affrontato dal testo, e una serie di piccoli box di servizio supportano la lettura:

  • box di glossario forniscono, quando necessario, la definizione di termini che potrebbero ostacolare la comprensione del testo;
  • il box della chiocciola Slow Food offre spunti, suggerimenti, indicazioni e commenti legati al particolare punto di vista di Slow Food;
  • box di approfondimento forniscono dettagli, curiosità, informazioni storiche, legislative o tecniche alleggerendo il testo corrente senza fargli perdere la completezza.

Slow Food interviene nel corso anche con due tipi di interventi più rilevanti:

  • le doppie pagine "A scuola coi Maestri" danno voce a grandi nomi della materia: maître divenuti famosi, produttori di vino, di birra o di gelati artigianali, importanti organizzatori di eventi, si raccontano, permettendo ai ragazzi di avere un colpo d’occhio privilegiato sul mondo professionale che li aspetta;
  • le schede "In sala con Slow Food / Al bar con Slow Food" propongono di volta in volta approfondimenti sul mondo della ristorazione con una particolare attenzione alle problematiche, di grande attualità, care a Slow Food: dall’attenzione al territorio alle abitudini alimentari, dai prodotti tipici e tradizionali alle abitudini ecocompatibili.

Particolare attenzione viene dedicata alla microlingua: i principali termini che individuano oggetti, utensili e materiali d’uso quotidiano sono presentati tradotti nelle quattro lingue europee principali (inglese, francese, spagnolo e tedesco), così da permettere ai ragazzi di assuefarsi all’uso di termini internazionali.

L’impiego di sequenze fotografiche, a fianco delle immagini spettacolari e d’impatto che arricchiscono il testo di suggestioni, serve a visualizzare le attività del laboratorio facilitandone l’apprendimento.
Facili esercitazioni a fine unità riassumono quando esposto nel testo e permettono ai ragazzi di mettersi alla prova, verificando ciò che ricordano.
 
Il ricettario, infine, offre una scelta di ricette originali da realizzare sia nella cucina di sala (insalate, salse, cucina alla lampada), sia al bar (bevande, snack, cocktail). Oltre a un completo elenco dei vini DOP, DOCG e IGP italiani, il ricettario offre anche la lista delle ricette dei cocktail mondiali appena pubblicata dalla International Bartenders Association (IBA): un elemento di grande originalità e attualità.