Clic!



1. Un libro di metodo che motiva lo studente e gli consente di studiare in autonomia.
Gli argomenti sono sviluppati in modo da guidare lo studente nel corso dell’apprendimento della disciplina, fornendo esempi sia per gli argomenti puramente teorici sia nella descrizione degli applicativi. La presenza delle rubriche (“Lo sapevi che” ed “Educazione civica”), degli approfondimenti e delle descrizioni storiografiche rende la trattazione sempre stimolante e “stuzzica” la curiosità dello studente.

2. Le esercitazioni sono mirate a sviluppare gradualmente l’apprendimento.
Durante la trattazione sono proposte piccole (e grandi) esercitazioni che consentono allo studente di mettersi alla prova per verificare il livello di comprensione raggiunto.

3. Un libro che non fa “differenze” tra programmi proprietari e open source.
Nelle unità dedicate agli applicativi la trattazione procede parallelamente tra programmi di suite a pagamento e programmi open source per facilitare la comprensione dello studente e mostrare similitudini e differenze.
 

    Il volume è suddiviso in aree tematiche che identificano lo scopo delle unità che ne fanno parte e che hanno una complessità crescente via via che si prosegue con la trattazione.
    Ogni unità guida lo studente nell’apprendimento grazie a un’esposizione chiara e dettagliata. La presenza di numerosi esempi rende l’esposizione di facile comprensione anche per gli argomenti più complessi che spesso non vengono affrontati con questo livello di dettaglio. Nelle unità dedicate agli applicativi si procede con una descrizione parallela dei programmi della suite Microsoft Office e di quelli open source. Questo consente allo studente non solo di comprendere affinità e differenza, ma anche di poter padroneggiare entrambe le versioni.

    I principali argomenti sono inquadrati storiograficamente per consentire allo studente di comprendere che anche se l’informatica è una disciplina improntata verso il futuro, ha anche un’importante evoluzione storica da non sottovalutare. Proprio per questo motivo è stata inserita una breve unità storica che ripercorre le tappe fondamentali dell’evoluzione tecnologica degli strumenti informatici.
    Nel corso della trattazione sono proposte delle esercitazioni (“Prova tu”) che consentono allo studente di mettersi alla prova sugli argomenti trattati fino a quel momento nell’unità. Questo gli consente di verificare il livello di apprendimento e, eventualmente, di riprendere gli argomenti sui quali ha avuto più difficoltà.
    Per rendere la trattazione più contemporanea e interessante sono presenti alcune rubriche sia di aneddoti (“Lo sapevi che”) sia di ecologia e cittadinanza digitale (“Educazione civica”). Inoltre sono proposti degli Approfondimenti che hanno la doppia funzione di stimolare la curiosità e fornire informazioni più complesse.
     

    Per lo studente

    clic! 1 volumi 24,00€
    9788809893061
    24,00€
    Clic! myDbook 1 volumi 18,00€


    Per l’insegnante e la classe

    Strumenti per fare scuola - 64 pp.
    Guida docente con soluzioni esercizi del volume e verifiche integrative
    Materiali per la didattica inclusiva: Saperi fondamentali sul volume.
     

    Dotazione digitale

    Ambiente didattico online www.mydbook.it con:
    • Il libro digitale con le risorse digitali integrative;
    • Il libro liquido accessibile “DbookPLUS”, con impostazioni di lettura personalizzabili, traduzione e lettura automatica del testo, risorse digitali integrative;
    • tutti i link del mondo Giunti T.V.P.

    App MYBOOK da installare sui propri device per utilizzare i libri digitali anche offline.

    App di lettura QR code DBAPP! per accedere direttamente dal libro alle risorse digitali integrative utilizzando lo smartphone o il tablet.

    In ESCLUSIVA per chi adotta il corso l’abbonamento a TRECCANI SCUOLA, la piattaforma per la didattica digitale dell’Istituto della Enciclopedia Italiana.

    Tipo di piattaforma utilizzata

    Browser (Chrome, Firefox, Safari, Edge), app MYDBOOK (per Windows, macOS, iOS e Android).

    Per quali devices

    Computer (Windows, Mac), tablet (iPad, Android) e smartphone.

    Con quali modalità di accesso per gli utenti

    Per sbloccare i propri volumi su www.mydbook.it e nella app MYDBOOK è necessario:
    1. Registrarsi su www.giuntitvp.it;
    2. Inserire il CODICE DI ACCESSO* del libro nel proprio profilo personale;
    3. Effettuare il login su www.mydbook.it o nella app MYDBOOK con le proprie credenziali Giunti T.V.P.

    Una volta attivato il proprio libro digitale su www.giuntitvp.it, senza bisogno di ulteriori procedure, si potranno utilizzare in esclusiva i contenuti di Treccani Scuola previsti per il proprio corso. Per accedere alla piattaforma:
    1. visitare il sito www.treccaniscuola.it 
    2. cliccare su ACCEDI (in alto a destra)
    3. cliccare su ACCEDI CON GIUNTI T.V.P.
    4. inserire mail e password del proprio profilo Giunti T.V.P.

    *il codice di accesso è stampato, per gli studenti, nel retro della copertina del libro; i docenti devono farne richiesta compilando la form o rivolgendosi all’agente di zona.

    Contenuti integrativi

    • Video Treccani 
    • Lezioni brevi in ppt 
    • Audiolettura delle sintesi 
    • Test interattivi 
    • Approfondimenti in pdf 
    • File di lavoro (per esercitazioni)
    • Mappe di sintesi

    Per il docente

    • Programmazione
    • Schede di progettazione per Unità di Apprendimento
    • Tabelle di valutazione
    • Verifiche e prove di competenza anche in formato Word (personalizzabili in base alle esigenze del docente)
    • Soluzioni

    GLI AUTORI

    Simona Raviola

    Simona Raviola ha conseguito la laurea in Ingegneria Informatica (Laurea Quinquennale Vecchio Ordinamento) all’Università degli Studi di Genova dove vive. Ha lavorato per una decina d’anni nell’azienda di famiglia (settore Autotrasporti e Logistica). Contemporaneamente, in quanto membro permanente dello staff dell’Osservatorio Astronomico del Righi ed Aula Didattica Planetario (Genova) con mansioni riguardanti la divulgazione scientifica, ha scoperto di avere un forte interesse per la didattica.
    Si è così avvicinata al mondo della scuola e negli ultimi otto anni ha ricoperto incarichi di docente annuale su cattedre di Informatica in alcuni Istituti superiori Statali di Genova e provincia; negli ultimi cinque anni scolastici ha seguito le stesse classi di Ragioneria (Amministrazione, Finanza e Marketing) e di Istituto Tecnico (Telecomunicazioni), oltre ad alcune annualità di Liceo Scientifico ad indirizzo Tecnologico presso l’Istituto superiore statale Primo Levi di Ronco Scrivia (Ge), dove è attualmente in servizio.
    L’insegnamento, che ormai è la sua professione, l’appassiona e la coinvolge moltissimo, traducendosi nella costante ricerca di percorsi e opportunità di apprendimento rispondenti ai bisogni formativi degli studenti, con l’obiettivo di aiutarli a conseguire competenze sicure e significative.
    In questi anni ha elaborato lezioni improntate principalmente alla gradualità: cerca di non dare nulla per scontato e di scandire ogni minima tappa che risulti fondamentale e propedeutica alla successiva. In questo modo offre a tutti gli studenti, anche a quelli più lenti o con una formazione o provenienza culturale diversa, la possibilità di acquisire competenze tali da permettere loro di applicare, sperimentare e approfondire le conoscenze disciplinari trattate.

    REVISIONE SCIENTIFICA

    Simone Calugi

    Simone Calugi si è diplomato come tecnico informatico all’I.T.I.S. “Antonio Meucci” di Firenze e laureato in Scienze dell’Informazione presso l’Università degli Studi di Pisa. Ha 20 anni di esperienza nell’insegnamento delle discipline informatiche nella scuola secondaria di secondo grado e nell’uso delle piattaforme digitali. Ha ricoperto per il suo istituto il ruolo di responsabile ed esaminatore ECDL; ha progettato e insegnato in percorsi formativi di alfabetizzazione informatica e di supporto alla didattica digitale. È appassionato da sempre di programmazione: dal Basic del C64 al Python per l’AI, passando per l’OOP di C++ e JAVA; dai database con Access alle pagine web con il PHP.

    1. Un libro di metodo che motiva lo studente e gli consente di studiare in autonomia.
    Gli argomenti sono sviluppati in modo da guidare lo studente nel corso dell’apprendimento della disciplina, fornendo esempi sia per gli argomenti puramente teorici sia nella descrizione degli applicativi. La presenza delle rubriche (“Lo sapevi che” ed “Educazione civica”), degli approfondimenti e delle descrizioni storiografiche rende la trattazione sempre stimolante e “stuzzica” la curiosità dello studente.

    2. Le esercitazioni sono mirate a sviluppare gradualmente l’apprendimento.
    Durante la trattazione sono proposte piccole (e grandi) esercitazioni che consentono allo studente di mettersi alla prova per verificare il livello di comprensione raggiunto.

    3. Un libro che non fa “differenze” tra programmi proprietari e open source.
    Nelle unità dedicate agli applicativi la trattazione procede parallelamente tra programmi di suite a pagamento e programmi open source per facilitare la comprensione dello studente e mostrare similitudini e differenze.