Come fare per gestire la classe nella pratica didattica

Condurre una classe è diventata per gli insegnanti di oggi una vera e propria sfida: imparare a gestire la complessità e la multidimensionalità di un gruppo è infatti profondamente intrecciato con il modo di fare la didattica.

Oltrepassare ogni giorno la soglia d’ingresso dell’aula, pensare alle modalità comunicative più efficaci, condurre una lezione in modo utile all’apprendimento e verificare che i risultati attesi siano conseguiti, sembra essere “la vera preoccupazione” di tutti gli insegnanti, anche di quelli che hanno maggiori esperienze.
Ma che cosa significa in concreto? Significa individuare strumenti e prerequisiti che da un lato facciano maturare nei bambini atteggiamenti e comportamenti idonei per la loro crescita personale e che dall’altro aiutino l’insegnante a riflettere sul proprio lavoro e a individuare strategie efficaci per affrontare i problemi della scuola di oggi.

Una guida operativa per insegnanti della scuola primaria e secondaria di primo grado per risolvere la sfida quotidiana “di come condurre” la classe.
La guida è divisa in 3 sezioni:

  • la prima affronta il significato della gestione della classe dal punto di vista del ruolo dell’insegnante e dei bisogni degli allievi;
  • la seconda fornisce le piste metodologiche per creare un clima positivo attraverso la gestione delle relazioni, delle regole e della disciplina;
  • la terza propone l’applicazione di strategie e strumenti operativi: dal rispetto delle procedure all’effetto onda, dalla comunicazione non verbale all’uso della voce, fino alle proposte per una conduzione efficace della didattica.

I pilastri della gestione sono presentati all’interno di un percorso che, attraverso casi stimolo, consente un continuo rimando alla propria esperienza professionale.

Condividi questa guida!